Il capitolo 6 fornisce, come di consueto, una panoramica aggiornata dei trend e delle determinanti dei consumi sanitari privati in Italia. I consumi privati hanno ormai assunto un ruolo che non può essere considerato marginale, sia per l’en-tità delle risorse coinvolte sia per quello che essi rappresentano nei complessi processi di consumo dei cittadini-utenti, in un contesto in cui consumi e sistemi diventano sempre più ibridi e gli schemi che hanno fin qui guidato la distinzio-ne tra pubblico e privato perdono sempre più di significato. La spesa sanitaria privata si attesta a circa il 26% della spesa totale, prin-cipalmente nella forma di spesa out of pocket (23%). Tale proporzione risul-ta lievemente maggiore rispetto ai principali paesi a vocazione universalistica, mentre la spesa out of pocket pro capite in euro correnti risulta in linea, se non addirittura inferiore, agli altri paesi europei. Nel confronto in termini di spesa pubblica pro capite e di spesa intermediata pro capite, il nostro paese mostra valori significativamente inferiori rispetto agli altri paesi europei.La stima della spesa sanitaria privata può variare tra i 26,0 e i 46,9 miliardi di euro, a seconda delle voci di spesa e dei diversi soggetti e regimi di finanzia-mento considerati. Il valore centrale è quello fornito dagli organismi nazionali e internazionali, i quali mostrano come la spesa sanitaria delle famiglie italiane ammonti a circa 40 miliardi di euro, distribuiti tra beni (35%) e servizi (65%). A livello regionale la spesa sanitaria delle famiglie mostra variazioni significative: la spesa media pro capite passa dai circa 370 euro delle Campania ai circa 800 euro in Lombardia e 1.000 euro in Valle d’Aosta. Un’attenzione particolare è inoltre rivolta a tre importanti temi che sono al centro del dibattito corrente: i contributi fiscali ai consumi sanitari privati, la compartecipazione dei cittadini ai consumi sanitari pubblici e le dimensioni e caratteristiche del settore della sanità integrativa. In tutti e tre i casi si è cercato di fornire una panoramica complessiva di dimensioni e tendenze generali, oltre a fornire alcuni spunti col fine di alimentare il dibattito corrente.

I consumi privati in sanità

Mario Del Vecchio;Lorenzo Fenech;Valeria Rappini
2019-01-01

Abstract

Il capitolo 6 fornisce, come di consueto, una panoramica aggiornata dei trend e delle determinanti dei consumi sanitari privati in Italia. I consumi privati hanno ormai assunto un ruolo che non può essere considerato marginale, sia per l’en-tità delle risorse coinvolte sia per quello che essi rappresentano nei complessi processi di consumo dei cittadini-utenti, in un contesto in cui consumi e sistemi diventano sempre più ibridi e gli schemi che hanno fin qui guidato la distinzio-ne tra pubblico e privato perdono sempre più di significato. La spesa sanitaria privata si attesta a circa il 26% della spesa totale, prin-cipalmente nella forma di spesa out of pocket (23%). Tale proporzione risul-ta lievemente maggiore rispetto ai principali paesi a vocazione universalistica, mentre la spesa out of pocket pro capite in euro correnti risulta in linea, se non addirittura inferiore, agli altri paesi europei. Nel confronto in termini di spesa pubblica pro capite e di spesa intermediata pro capite, il nostro paese mostra valori significativamente inferiori rispetto agli altri paesi europei.La stima della spesa sanitaria privata può variare tra i 26,0 e i 46,9 miliardi di euro, a seconda delle voci di spesa e dei diversi soggetti e regimi di finanzia-mento considerati. Il valore centrale è quello fornito dagli organismi nazionali e internazionali, i quali mostrano come la spesa sanitaria delle famiglie italiane ammonti a circa 40 miliardi di euro, distribuiti tra beni (35%) e servizi (65%). A livello regionale la spesa sanitaria delle famiglie mostra variazioni significative: la spesa media pro capite passa dai circa 370 euro delle Campania ai circa 800 euro in Lombardia e 1.000 euro in Valle d’Aosta. Un’attenzione particolare è inoltre rivolta a tre importanti temi che sono al centro del dibattito corrente: i contributi fiscali ai consumi sanitari privati, la compartecipazione dei cittadini ai consumi sanitari pubblici e le dimensioni e caratteristiche del settore della sanità integrativa. In tutti e tre i casi si è cercato di fornire una panoramica complessiva di dimensioni e tendenze generali, oltre a fornire alcuni spunti col fine di alimentare il dibattito corrente.
9788823851627
CERGAS - Bocconi
Rapporto OASI 2019
DEL VECCHIO, Mario; Fenech, Lorenzo; Rappini, Valeria
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Cap6OASI_2019.pdf

accesso aperto

Descrizione: Capitolo
Tipologia: Pdf editoriale (Publisher's layout)
Licenza: PUBBLICO DOMINIO
Dimensione 1.29 MB
Formato Adobe PDF
1.29 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11565/4024142
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact