Gli obiettivi del contributo sono di analizzare le logiche e gli attori dei processi di programmazione socio-sanitaria a livello locale; discutere le attuali debolezze dei processi di programmazione locale; clusterizzare le organizzazioni non profit per analizzare quali possano essere i loro differenti contributi alla programmazione; valutare il possibile ruolo esercitabile dal volontariato alla luce delle debolezze presenti e dell'architettura dei processi attualmente operanti.

Quale ruolo per il volontariao nella programmazione socio-sanitaria locale?

LONGO, FRANCESCO
2008

Abstract

Gli obiettivi del contributo sono di analizzare le logiche e gli attori dei processi di programmazione socio-sanitaria a livello locale; discutere le attuali debolezze dei processi di programmazione locale; clusterizzare le organizzazioni non profit per analizzare quali possano essere i loro differenti contributi alla programmazione; valutare il possibile ruolo esercitabile dal volontariato alla luce delle debolezze presenti e dell'architettura dei processi attualmente operanti.
9788856803198
A. Mosca
Il volontariato e il nuovo welfare. Partecipazione, Legge 328/00, programmazione dei servizi in Lombardia
Longo, Francesco
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11565/2281391
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact