I vincoli alle preferenze locali: i piani di investimento delle città lombarde, venete e emiliano-romagnole