L’approccio tradizionale di protezione della popolazione e dei beni dagli eventi catastrofici si basa fondamentalmente sulla costruzione di infrastrutture artificiali, progettate per contenere l’evento con un tempo di ritorno sufficientemente grande. Il nuovo approccio si basa sul concetto di minimizzazione del rischio. Uno strumento per ridurre gli impatti di tali eventi catastrofici è la comunicazione di tipo preventiva, in emergenza e postemergenza. La tecnologia, in particolare l’Internet mobile, può contribuire ad alimentare una cultura diffusa del rischio.

COMUNICARE IL RISCHIO PER RIDURRE LA VULNERABILITÀ

DE CARLI, ALESSANDRO
2014-01-01

Abstract

L’approccio tradizionale di protezione della popolazione e dei beni dagli eventi catastrofici si basa fondamentalmente sulla costruzione di infrastrutture artificiali, progettate per contenere l’evento con un tempo di ritorno sufficientemente grande. Il nuovo approccio si basa sul concetto di minimizzazione del rischio. Uno strumento per ridurre gli impatti di tali eventi catastrofici è la comunicazione di tipo preventiva, in emergenza e postemergenza. La tecnologia, in particolare l’Internet mobile, può contribuire ad alimentare una cultura diffusa del rischio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11565/3975545
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact