I social network aziendali (Enterprise Social Network) sono solo un fenomeno di moda o possono rappresentare ambienti ad alto valore relazionale dove i dipendenti possono condividere reali flussi di conoscenza? A quali condizioni? Per rispondere a questi interrogativi, di interesse per un numero crescente di aziende di vari settori e dimensioni, abbiamo analizzato i meccanismi che dovrebbero guidare la costruzione di un social network interno, approfondendoli grazie al caso Reply. Il successo di un ESN si lega alla definizione di un contesto che stimola l’adesione al network e la contribuzione attiva da parte dei suoi membri attraverso leve come l’interesse personale e la libertà di azione (invece di procedure e norme). Più in dettaglio, l’analisi ha permesso di individuare quattro cluster di utenti ( producers & networkers, readers, searchers, passives ) che contribuiscono in maniera complementare alle attività fondamentali svolte all’interno del network. Perché risulti efficace per un’impresa, un ESN deve essere quindi in grado di coniugare in maniera equilibrata i benefici personali per gli utenti e le finalità aziendali.

Le regole del gioco degli Enteprise Social Network: il caso Reply

Salviotti, Gianluca;Saviozzi, Francesco;Zamboni, Silvia
2014

Abstract

I social network aziendali (Enterprise Social Network) sono solo un fenomeno di moda o possono rappresentare ambienti ad alto valore relazionale dove i dipendenti possono condividere reali flussi di conoscenza? A quali condizioni? Per rispondere a questi interrogativi, di interesse per un numero crescente di aziende di vari settori e dimensioni, abbiamo analizzato i meccanismi che dovrebbero guidare la costruzione di un social network interno, approfondendoli grazie al caso Reply. Il successo di un ESN si lega alla definizione di un contesto che stimola l’adesione al network e la contribuzione attiva da parte dei suoi membri attraverso leve come l’interesse personale e la libertà di azione (invece di procedure e norme). Più in dettaglio, l’analisi ha permesso di individuare quattro cluster di utenti ( producers & networkers, readers, searchers, passives ) che contribuiscono in maniera complementare alle attività fondamentali svolte all’interno del network. Perché risulti efficace per un’impresa, un ESN deve essere quindi in grado di coniugare in maniera equilibrata i benefici personali per gli utenti e le finalità aziendali.
Salviotti, Gianluca; Saviozzi, Francesco; Zamboni, Silvia
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
EM1406-art_B.pdf

non disponibili

Descrizione: Articolo
Tipologia: Pdf editoriale (Publisher's layout)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 755.56 kB
Formato Adobe PDF
755.56 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11565/3833308
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact