In questo contributo l'autore ritiene opportuno concentrarsi sull'ultima caratteristica che distingue un manager o imprenditore di successo, un imprenditore della formazione, da un semplice manager. Bepi Tomai ha capito in anticipo rispetto ad altri l'importanza strategica della formazione professionale quando la scuola tradizionale non era in grado di dare competenze e capacità pratiche richieste dalle imprese, dall'economia degli anni Sessanta e Settanta.

Cogliere i segnali deboli: la formazione manageriale per l'impresa sociale

BORGONOVI, ELIO
2009-01-01

Abstract

In questo contributo l'autore ritiene opportuno concentrarsi sull'ultima caratteristica che distingue un manager o imprenditore di successo, un imprenditore della formazione, da un semplice manager. Bepi Tomai ha capito in anticipo rispetto ad altri l'importanza strategica della formazione professionale quando la scuola tradizionale non era in grado di dare competenze e capacità pratiche richieste dalle imprese, dall'economia degli anni Sessanta e Settanta.
9788881036318
Massimo Campedelli
Creare soggetti. In dialogo con Bepi Tomai
Borgonovi, Elio
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11565/3714552
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact