Il contributo esamina la compatibilità tra clausola di invariabilità della provvigione e clausola penale nel contratto di mediazione immobiliare, segnatamente con riferimento ora ai contratti B2B (in particolare, con riferimento alla disciplina della subfornitura), ora con riferimento alla disciplina delle clausole vessatorie di cui al Codice del consumo. Nella prospettiva delineata, viene proposto un ripensamento complessivo delle posizioni illustate dalla giurisprudenza, traendo spunto dalla soluzioni accolte in ordinamenti a cultura giuridica affine (segnatamente, la Germania e l'Austria).

Clausola di invariabilità della provvigione e clausola penale nel contratto di mediazione immobiliare

SCARSO, ALESSANDRO PIETRO
2006

Abstract

Il contributo esamina la compatibilità tra clausola di invariabilità della provvigione e clausola penale nel contratto di mediazione immobiliare, segnatamente con riferimento ora ai contratti B2B (in particolare, con riferimento alla disciplina della subfornitura), ora con riferimento alla disciplina delle clausole vessatorie di cui al Codice del consumo. Nella prospettiva delineata, viene proposto un ripensamento complessivo delle posizioni illustate dalla giurisprudenza, traendo spunto dalla soluzioni accolte in ordinamenti a cultura giuridica affine (segnatamente, la Germania e l'Austria).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11565/51896
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact