Dalla riconversione in terapie intensive e semi-intensive di interi reparti o stabilimenti alla messa a disposizione del proprio personale, da un’intensa attività di procurement all’attivazione di diversi servizi di telemedicina, negli ultimi due anni molti operatori privati hanno fornito un contributo prezioso, in termini organizzativo-gestionali, per la gestione dell’emergenza pandemica. Tuttavia, alcuni di questi si trovano in un contesto esterno molto più imprevedibile del passato, e faticano a raggiungere una duratura sostenibilità economica.

Quale contributo dagli operatori privati

Preti, Luigi M.;Ricci, Alberto
2022-01-01

Abstract

Dalla riconversione in terapie intensive e semi-intensive di interi reparti o stabilimenti alla messa a disposizione del proprio personale, da un’intensa attività di procurement all’attivazione di diversi servizi di telemedicina, negli ultimi due anni molti operatori privati hanno fornito un contributo prezioso, in termini organizzativo-gestionali, per la gestione dell’emergenza pandemica. Tuttavia, alcuni di questi si trovano in un contesto esterno molto più imprevedibile del passato, e faticano a raggiungere una duratura sostenibilità economica.
2022
Preti, Luigi M.; Ricci, Alberto
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
08_E&M-2022-02_Preti-Ricci_ITA.pdf

non disponibili

Descrizione: articolo
Tipologia: Pdf editoriale (Publisher's layout)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 308.73 kB
Formato Adobe PDF
308.73 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11565/4053235
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact