Le recenti pronunce della Corte di Giustizia UE sul cumulo punitivo italiano per gli abusi di mercato si conformano alla mutata giurisprudenza della Corte EDU in tema di ne bis in idem, i cui margini applicativi sono ormai circoscritti alla dimensione sostanziale. Le incertezze circa i parametri di verifica della proporzione sanzionatoria e la carenza di tutele sul versante procedimentale rimangono questioni tuttora controverse, tanto più al cospetto dell’inerzia del legislatore domestico nel recepire la nuova disciplina eurounitaria sul market abuse.

Il “doppio binario” sanzionatorio degli abusi di mercato in Italia e la trasfigurazione del ne bis in idem europeo

Basile, Enrico
2019

Abstract

Le recenti pronunce della Corte di Giustizia UE sul cumulo punitivo italiano per gli abusi di mercato si conformano alla mutata giurisprudenza della Corte EDU in tema di ne bis in idem, i cui margini applicativi sono ormai circoscritti alla dimensione sostanziale. Le incertezze circa i parametri di verifica della proporzione sanzionatoria e la carenza di tutele sul versante procedimentale rimangono questioni tuttora controverse, tanto più al cospetto dell’inerzia del legislatore domestico nel recepire la nuova disciplina eurounitaria sul market abuse.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
BasileE_Ne_bis_idem_Giur._comm._estratto.pdf

non disponibili

Descrizione: Articolo
Tipologia: Pdf editoriale (Publisher's layout)
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 139.96 kB
Formato Adobe PDF
139.96 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11565/4040254
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact