Lo scopo di questo scritto è quello di interrogare la relazione concettuale fra norme e novità. Seguiamo una concezione evoluzionista delle norme e un approccio pragmatista secondo cui il contenuto delle norme è determinato da relazioni fra mezzi e fini. Secondo una classificazione delle scienze normative, sosteniamo che la novità è una condizione necessaria dell’estetica; che non è una condizione necessaria dell’etica (anche se può incidere significativamente su di essa); e che è una condizione necessaria della logica se intesa in senso informativo. Consideriamo in conclusione le norme giuridiche: in rapporto alla relazione con il nuovo, riteniamo che siano sostanzialmente simili alle norme morali.

Norme e novità, I

TUZET, GIOVANNI
2002

Abstract

Lo scopo di questo scritto è quello di interrogare la relazione concettuale fra norme e novità. Seguiamo una concezione evoluzionista delle norme e un approccio pragmatista secondo cui il contenuto delle norme è determinato da relazioni fra mezzi e fini. Secondo una classificazione delle scienze normative, sosteniamo che la novità è una condizione necessaria dell’estetica; che non è una condizione necessaria dell’etica (anche se può incidere significativamente su di essa); e che è una condizione necessaria della logica se intesa in senso informativo. Consideriamo in conclusione le norme giuridiche: in rapporto alla relazione con il nuovo, riteniamo che siano sostanzialmente simili alle norme morali.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11565/40319
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact