J.J. Rousseau pone la volontà generale come prima fonte del diritto, in un corpo sociale che riconosce libertà ed uguaglianza come valori fondamentali. Viene sostenuto nell'articolo che si può interpretare la volontà generale in un’ottica costituzionale, nonché, più a fondo, in chiave di ricostruzione ermeneutica circa l’uomo e la sua storia/natura.

Volontà generale e fondamenti del diritto nel pensiero di Jean-Jacques Rousseau

TUZET, GIOVANNI
1998

Abstract

J.J. Rousseau pone la volontà generale come prima fonte del diritto, in un corpo sociale che riconosce libertà ed uguaglianza come valori fondamentali. Viene sostenuto nell'articolo che si può interpretare la volontà generale in un’ottica costituzionale, nonché, più a fondo, in chiave di ricostruzione ermeneutica circa l’uomo e la sua storia/natura.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11565/40314
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact