L’articolo affronta il tema del riconoscimento dei diritti sociali del non cittadino, attraverso un’analisi della giurisprudenza costituzionale. L’Autrice sostiene che la Corte costituzionale ha progressivamente manifestato un cosmopolitismo pragmatico, favorendo il riconoscimento dei diritti sociali del non cittadino, ma introducendo al contempo il criterio di territorialità come requisito necessario per il riconoscimento di alcuni diritti.

Il cosmopolitismo pragmatico della Corte costituzionale tra radicamento territoriale e solidarietà

Romeo, Graziella
2018-01-01

Abstract

L’articolo affronta il tema del riconoscimento dei diritti sociali del non cittadino, attraverso un’analisi della giurisprudenza costituzionale. L’Autrice sostiene che la Corte costituzionale ha progressivamente manifestato un cosmopolitismo pragmatico, favorendo il riconoscimento dei diritti sociali del non cittadino, ma introducendo al contempo il criterio di territorialità come requisito necessario per il riconoscimento di alcuni diritti.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
1_2018_Romeo.pdf

accesso aperto

Tipologia: Pdf editoriale (Publisher's layout)
Licenza: PUBBLICO DOMINIO
Dimensione 375.65 kB
Formato Adobe PDF
375.65 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11565/4007915
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact