Tra i periodi comunemente considerati meno favorevoli per fusioni e acquisizioni vi sono in particolare quelli caratterizzati da elevata incertezza e alta volatilità dei mercati. A richiedere prudenza è perlopiù il timore che una variazione svantaggiosa e non prevedibile del quadro macroeconomico possa, una volta completata l’operazione, compromettere le sinergie previste. Non vi è dunque creazione di valore nel realizzare una fusione o un’acquisizione nei periodi di maggiore incertezza? In questo articolo presentiamo i risultati di un’analisi empirica su 1248 operazioni di fusione o acquisizione tra società europee completate tra gennaio 2001 e dicembre 2012. Le evidenze empiriche mostrano come anche in tempi di elevata volatilità una strategia di crescita esterna possa rivelarsi di successo, in special modo per quei compratori che, sulla base di un modello di business solido, sufficienti risorse finanziarie e un’esecuzione disciplinata realizzino operazioni con un obiettivo strategico chiaro. Nei periodi di maggiore incertezza, infatti, la presenza di un numero limitato di potenziali concorrenti permette ai compratori di definire acquisizioni a condizioni più favorevoli negoziando da una posizione relativamente più vantaggiosa

M&A in tempi difficili: c'è ancora valore nella crescita

GATTI, STEFANO;CHIARELLA, CARLO
2014-01-01

Abstract

Tra i periodi comunemente considerati meno favorevoli per fusioni e acquisizioni vi sono in particolare quelli caratterizzati da elevata incertezza e alta volatilità dei mercati. A richiedere prudenza è perlopiù il timore che una variazione svantaggiosa e non prevedibile del quadro macroeconomico possa, una volta completata l’operazione, compromettere le sinergie previste. Non vi è dunque creazione di valore nel realizzare una fusione o un’acquisizione nei periodi di maggiore incertezza? In questo articolo presentiamo i risultati di un’analisi empirica su 1248 operazioni di fusione o acquisizione tra società europee completate tra gennaio 2001 e dicembre 2012. Le evidenze empiriche mostrano come anche in tempi di elevata volatilità una strategia di crescita esterna possa rivelarsi di successo, in special modo per quei compratori che, sulla base di un modello di business solido, sufficienti risorse finanziarie e un’esecuzione disciplinata realizzino operazioni con un obiettivo strategico chiaro. Nei periodi di maggiore incertezza, infatti, la presenza di un numero limitato di potenziali concorrenti permette ai compratori di definire acquisizioni a condizioni più favorevoli negoziando da una posizione relativamente più vantaggiosa
Gatti, Stefano; Chiarella, Carlo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11565/3913920
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact