Il servizio idrico integrato costituisce uno dei principali servizi pubblici, tuttora sottoposti cioè ad una regolazione normativa che ne definisca le caratteristiche fondamentali (numero degli operatori, loro ambito di operatività, tariffe in luogo di prezzi, ecc.) e infl uenzi per questa via l’operato dei gestori. In tale contesto, la verifi ca delle caratteristiche assunte dal settore e della loro conformità al dettato legislativo costituisce un tema sempre attuale; ciò vale in particolare per il servizio in esame, nel quale, sebbene la riforma legislativa sia stata approvata ben 14 anni fa, la complessità di attuazione dei processi da essa richiesti, la disomogeneità delle condizioni di partenza tra ambiti territoriali e all’interno dello stesso ambito, le resistenze sovente riscontrate a livello locale, da parte dei gestori e, talvolta, degli stessi enti locali, ne hanno fortemente rallentato l’attuazione. Obiettivo del presente articolo 1 è pertanto, quello di evidenziare lo stato del servizio idrico integrato e la sua coerenza con il dettato legislativo non solo sul piano formale, ma soprattutto su quello “sostanziale”, misurato attraverso affi damenti del servizio ad un gestore unico che, sulla base della pianifi cazione effettuata dall’Autorità d’Ambito, progetti, finanzi e realizzi gli investimenti previsti.

Analisi dello stato del servizio idrico integrato in Italia e sua coerenza con il dettato legislativo

BRATTA, SAVERIO MARIA
2008

Abstract

Il servizio idrico integrato costituisce uno dei principali servizi pubblici, tuttora sottoposti cioè ad una regolazione normativa che ne definisca le caratteristiche fondamentali (numero degli operatori, loro ambito di operatività, tariffe in luogo di prezzi, ecc.) e infl uenzi per questa via l’operato dei gestori. In tale contesto, la verifi ca delle caratteristiche assunte dal settore e della loro conformità al dettato legislativo costituisce un tema sempre attuale; ciò vale in particolare per il servizio in esame, nel quale, sebbene la riforma legislativa sia stata approvata ben 14 anni fa, la complessità di attuazione dei processi da essa richiesti, la disomogeneità delle condizioni di partenza tra ambiti territoriali e all’interno dello stesso ambito, le resistenze sovente riscontrate a livello locale, da parte dei gestori e, talvolta, degli stessi enti locali, ne hanno fortemente rallentato l’attuazione. Obiettivo del presente articolo 1 è pertanto, quello di evidenziare lo stato del servizio idrico integrato e la sua coerenza con il dettato legislativo non solo sul piano formale, ma soprattutto su quello “sostanziale”, misurato attraverso affi damenti del servizio ad un gestore unico che, sulla base della pianifi cazione effettuata dall’Autorità d’Ambito, progetti, finanzi e realizzi gli investimenti previsti.
Bratta, SAVERIO MARIA
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11565/3728995
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact